La sensibilità verso i temi dell’ambientalismo è fortunatamente sempre più elevata. Allora perché non dare un segnale anche con le scelte organizzative legate al tuo matrimonio? Pianificare un perfetto ed elegante matrimonio “green” non richiede necessariamente grandi sforzi organizzativi ma solo qualche attenzione in più. Un wedding party, insomma, può risultare impeccabile anche senza generare grandi quantità di rifiuti e inquinamento. Ecco qualche consiglio per gli aspiranti sposi eco-friendly.

Scelte fashion responsabili

Le spose moderne possono abbracciare la filosofia eco-chic in diversi modi creativi, dal riutilizzo dei vecchi gioielli di famiglia come accessori, all’acquisto di gioielli con diamanti “puliti”. Anche per quanto riguarda l’abito da sposa si può fare molto. Se non vuoi puntare su un abito “in affitto”, puoi comunque donare in beneficenza il tuo vestito ad associazioni benefiche.

Risparmia carta con gli inviti digitali

Oggi esistono molte risorse online, anche gratuite, utili per comporre il tuo invito digitale con tante opzioni creative ed eleganti. Questa scelta permette un notevole risparmio di carta e inchiostro (e anche di soldi!). Se temi che tra i tuoi invitati possa esserci qualcuno poco avvezzo ad aprire spesso la posta elettronica, puoi limitare la versione cartacea degli inviti a poche copie.

Fiori sì ma solo di stagione

In tema di allestimenti, il modo più semplice per pianificare un matrimonio ecologico è quello di scegliere una location mozzafiato, magari con un panorama spettacolare, che non richieda l’aggiunta di tante decorazioni. L’aspetto più dispendioso delle decorazioni per i matrimoni sono i fiori. Per un’opzione più ecologica, considera qualcosa di diverso, come le candele per una festa serale oppure oggetti e ricordi significativi per gli sposi. Se per te i fiori sono un elemento irrinunciabile, scegli solo quelli di stagione, a chilometro zero e possibilmente coltivati con fertilizzanti organici.

Non sprechiamo il cibo!

La pianificazione di una festa di nozze eco-friendly non è completa senza un buon piano per affrontare il problema dello spreco di cibo. Non è facile valutare con largo anticipo la quantità esatta di pietanze e bevande da ordinare per garantire una festa “zero sprechi”. La scelta più ragionevole è perciò quella di assicurarsi che gli avanzi non vengano gettati via ma donati alle associazioni locali che si occupano di lotta allo spreco, riciclo e riutilizzo del cibo.